Valerio M. Manfredi

Il 24 ottobre 2007 ha tenuto una lectio magistralis sul tema "Verità storica e mimesi letteraria".

Archeologo e scrittore italiano (Lo scudo di Talos, Aléxandros, L'ultima legione, L'impero dei draghi). Nel 2008, con il romanzo L'armata perduta, vince il Premio Bancarella.

Laureato in lettere classiche all'Università di Bologna e specializzato in Topografia del Mondo Antico. Ha insegnato presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l'Università di Venezia, la Loyola University di Chicago, l'Ecole Pratique des Hautes Etudes della Sorbona di Parigi e alla Bocconi. Attualmente insegna "Storia del territorio e della città antica" nell'ambito del Corso di Alta Formazione in Comunicazione multimediale dell'antico, presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Università di Bologna, sede di Ravenna.

Ha pubblicato molti articoli e saggi e ha scritto note opere di narrativa - soprattutto romanzi storici - tradotte in tutto il mondo (circa 8 milioni di copie vendute a livello internazionale). È autore di soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione, collabora come antichista a Il Messaggero e Panorama, come giornalista per Archeo, Focus ed altre riviste del settore.

Nel 2003 registra un documentario audio sulla figura di Alessandro Magno, usando il lavoro di ricerca svolto per la sua trilogia di romanzi di Aléxandros.

Ha condotto il programma televisivo "Stargate - Linea di Confine" in onda già dalle stagioni 2003/04 e 2004/05 sulla rete televisiva di LA7. Dall'11 novembre 2008, sempre su La 7, conduce il programma di approfondimento storico "Impero" che analizza, attraverso i più antichi reperti archeologici come le sette meraviglie del mondo, gli antichi imperi: la nascita, le cause dell'apogeo e della decadenza. Sulla stessa rete ha partecipato anche al programma Tetris.

Valerio M. Manfredi ospite della residenza Universitaria Femminile Celimontano