06 05 2017

# Compagnia Stabile Assai

Sabato 6 maggio, alle ore 20:00, la storica compagnia teatrale Stabile Assai della Casa Circondariale di Rebibbia ha messo in scena lo spettacolo “Scusate si so nato pazzo”, presso l'Aula Magna di Celimontano. La Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione Rebibbia di Roma è il più antico gruppo teatrale operante all’interno del contesto penitenziario italiano. Il suo esordio risale a luglio 1982 con la sua partecipazione al festival di Spoleto. Questa storia più che trentennale ha consentito alla Compagnia, formata da detenuti e da detenuti semiliberi che fruiscono di misure premiali, oltre che da operatori carcerari e da musicisti professionisti, di esibirsi nei maggiori teatri italiani. La Compagnia “Stabile Assai” si è caratterizzata per la stesura di testi del tutto inediti, dedicati ai grandi temi dell’emarginazione, come l’ergastolo, la follia, la questione meridionale, l’ integrazione interetnica. Lo spettacolo “Scusate si so nato pazzo”, scritto da Antonio Turco, responsabile storico della Compagnia e dal detenuto ergastolano Cosimo Rega si avvale della sceneggiatura di Paolo Mastrorosato, attualmente affidato ai Servizi sociali e con un notevole background artistico alle spalle (ha lavorato con Alberto Sordi e poi come aiuto regista di Ettore Scola; attualmente collabora con Ricky Tognazzi e Simona Izzo) ed è dedicato al tema poco esplorato del disagio mentale che il carcere produce. La rappresentazione si sviluppa su una serie di monologhi intervallati da brani musicali che hanno l’obiettivo di proporre una riflessione su come le condizioni detentive incidano sul progressivo peggioramento della dimensione psicopatologica dei soggetti reclusi. Attori: Cosimo Rega - Paolo Mastrorosato - Max Taddeini - Massimo Tata - Rocco Duca- Patrizia Spagnoli - Iris Basilicata - Angelo Calabria- Linda Cocciolo- Flaminia Lera- Laura Liberto


Regia di Antonio TURCO

Musicisti:

Roberto TURCO (contrabbasso); Lucio TURCO (batteria); Barbara SANTONI (significativa vocalist).